La malattia pardontale (nota anche come Piorrea o Parodontite) è una malattia infiammatoria provocata dai microrganismi della placca batterica. Se non curata, l’infezione procede in profondità, la gengiva si allontana dal dente creando tasche in cui i batteri si accumulano, il tessuto osseo viene distrutto e i denti diventano mobili.

Antonino Gattuso

Dottore, Studio Dentistico Gattuso

I primi segni visibili sono in genere il sanguinamento delle gengive, la loro recessione (radici scoperte), la mobilità di uno o più denti e il loro cambiamento di posizione. Le malattie parodontali possano anche avere effetti sistemici attraverso la disseminazione per via ematica di batteri patogeni e possono determinare danni alla salute di altri organi vitali, come il cuore ed i polmoni (la malattia focale).

Come curarla?

Il nostro approccio terapeutico: la terapia non chirurgica della parodontite…

Premesso che la migliore cura è la “Prevenzione” della malattia che si realizza semplicemente eseguendo controlli di igiene orale professionale ogni 4-6 mesi, e mantenendo un buon regime di igiene orale domiciliare; la terapia della malattia parodontale può essere:

Terapia non chirurgica:

Prevede un ciclo di almeno quattro sedute di igiene professionale, suddividendo la bocca in “Quadranti” e ricorrendo all’uso di strumenti ultrasonici, detti ablatori, e strumenti manuali, detti curettes (L’utilizzo di questi ultimi non è alla portata di tutti, in quanto è necessaria una lunga curva di apprendimento che permetta all’operatore di conoscere gli strumenti, sapere quale di essi usare a seconda del settore interessato, come impugnarli e come adoperarli affinché possano assolvere alla loro funzione ottenendo il massimo beneficio senza causare disagi al paziente) .

 

L’igiene orale professionale viene svolta nel nostro studio da personale qualificato: Odontoiatra o Igienista Dentale, sotto la supervisione del Dott Gattuso che, tra il 1999 e il 2001 si perfeziona in Parodontologia entrando a far parte del “Gruppo di studio biennale in parodontologia” sotto la guida del dott. Roberto Pontoriero, specialista di fama internazionale, ed è relatore di un corso teorico-pratico per Odontoiatri ed Igienesti dentali dal titolo: “La terapia non chirurgica della malattia parodontale”.

Questo schema mostra come una Corretta terapia non chirurgica possa ridurre significativamente il sondaggio delle tasche parodontali.

Terapia chirurgica:

Volta ad approfondire e completare la terapia non chirurgica, in quelle zone ove questa non fosse riuscita a migliorare significativamente il quadro clinico, e alla correzione dei danni causati dalla malattia parodontale mediante interventi di chirurgia Resettiva, Rigenerativa o Muco gengivale (utilizzata quest’ultima anche per correggere inestetismi quali recessioni gengivali).

Pin It on Pinterest

Share This

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi